Stiamo raccogliendo una serie di narrazioni da parte di chi sta attraversando l’Asilo di questi tempi: qui le potete ascoltare dalla loro viva voce.

Carlo Cerciello

“A noi certo non sfuggiva l’importanza dell’Asilo, ma dopo questa estate – noi dell’Elicantropo – ci siamo salvati grazie all’Asilo, ed ancora oggi è prezioso il suo sostegno. Noi, come molti teatri di prossimità, abbiamo visto l’impossibilità di andare avanti. L’asilo ci ha permesso di tenere saldo il gruppo di lavoro del secondo e terzo anno che hanno potuto fare il saggio negli spazi aperti dell’asilo, immersi nella bellezza. Ed ancora oggi, l’Asilo è un faro che sostiene i piccoli teatri di prossimità permettendo che la formazione possa continuare, e di non essere spazzati via, ad esempio. E sopratutto ci ha donato la speranza di poter andare avanti, senza essere spazzati via da questi tempi così duri. A noi, non sfuggiva tutto l’operato dell’asilo fatto in questi anni. Ma ciò che davvero ci ha colpito è che in questo momento L’asilo è stato l’unico a dare una mano, e salvarci in una situazione davvero difficile. Grazie Asilo !”

Carlo Cerciello – Teatro Elicantropo

Fabiana Fazio

Per le compagnie di teatro indipendenti, come ci racconta Fabiana Fazio, avere un luogo dove poter provare i propri spettacoli in maniera gratuita – oggi più che mai – significa sentirsi a casa.