Cronache del Suono Sospeso

una call per musicisti/e, sound artist, filmmaker, visual artist, video-maker e registi/e allo scopo di realizzare opere audiovisive.

  • come musicista puoi proporre una breve performance della tua formazione o in solo, ma anche interagire con altri/e musiciste/i (un po’ come nella formula di Geografie del suono)
  • come videomaker puoi contribuire a rendere possibile il progetto
  • in entrambi i casi (ma anche se non sei né l’uno né l’altro) puoi testimoniare il momento, raccontarti, confessarti, esprimere una critica all’esistente; nello stesso tempo contribuire con le tue idee alla costruzione degli audiovisivi che raccoglieranno tutto questo, in una modalità collettiva e orizzontale

Nell’ambito di questo progetto sono nati due “sottoprogetti” con relative call a cui è facile partecipare anche a distanza:

PRODUZIONE DI MATERIALE AUDIOVISIVO:
Attraverso questa chiamata si vogliono stimolare operazioni di reinterpretazione e risignificazione della performance sotto forma di lavori audiovisivi che includano musica, testi, idee, parole e testimonianze della pratica artistica e dell’esperienza di esistenza durante la pandemia. Come sempre, non ci si affida a una direzione artistica bensì a un pensiero collettivo e orizzontale, che si fonda sull’incontro e sulla scoperta.
L’Asilo fonda la propria forza sugli attraversamenti e i legami che si creano all’interno dei suoi spazi. La sedimentazione di questi rapporti ha creato negli anni una vera e propria tessitura relazionale, umana ed emotiva che abita la natura acustica e topografica delle sue stanze.

il primo video realizzato nell’Asilo vuoto

COME PARTECIPARE
1. inviare una mail con oggetto “PROPOSTA DI PROGETTO” a infrasuoni@exasilofilangieri.it specificando la tua figura artistica e l’idea che vuoi proporre (in alternativa o in aggiunta un breve video di presentazione o una registrazione audio)
2. non hai un progetto? puoi partecipare lo stesso. Invia una mail con oggetto “NON HO UN PROGETTO MA MI CI METTO”: magari ti può interessare far parte del processo creativo o contribuire alla realizzazione del progetto di qualcun altro/a.

QUANDO
I progetti audiovisivi dovranno essere quindi pensati per lo spazio digitale e trovare in esso un ambito funzionale ed efficace.
Infine saranno poi discussi durante assemblee online ogni martedì e venerdì alle ore 19.00 su piattaforma jitsi (per il link scrivere a infrasuoni@exasilofilangieri.it) dove verranno discussi assieme alla comunità dei partecipanti. Verranno quindi formati gruppi di lavoro che si dedicheranno alla realizzazione dei lavori audiovisivi e trasformeranno i progetti in opere multimediali nate dalla creazione collettiva. La forma delle opere è totalmente a discrezione del gruppo di lavoro. Potrà trattarsi di documentari, lavori di video arte, cortometraggi, interviste. L’invito è che le documentazioni audio e video vengano realizzate all’interno del perimetro dell’Asilo durante i giorni di registrazione, tuttavia non sono escluse altre modalità di partecipazione, anche a distanza, favorendo così le relazioni nonostante le distanze geografiche. 

REGISTRAZIONI IN SEDE (date fissate durante gli incontri online)
I gruppi di lavoro potranno abitare le sale dell’Asilo per realizzare i propri lavori in giorni da definire e fare affidamento sui mezzi di produzione e il supporto dell’Asilo e del Tavolo Infrasuoni. Il tavolo Infrasuoni, assieme con gli artisti, elaborerà un piano di produzione che permetta a tutte le persone coinvolte di svolgere il proprio progetto in una dimensione di socialità positiva, trasversalità e nel rispetto delle normative anti-covid vigenti.

FESTIVAL
Una volta terminata la produzione del materiale audiovisivo, quest’ultimo verrà condiviso sulla piattaforma youtube sul canale dell’asilo per la durata di un tempo definito, sotto forma di festival fruibile da tutt*.

SOTTOSCRIZIONE LIBERA
All’Asilo tutte le proiezioni, i concerti e gli spettacoli sono a libera fruizione. Tuttavia è prevista una sottoscrizione libera digitale che andrà a costituire un fondo comune utilizzabile per abbattere i costi di produzione e supportare gli artisti che prendono parte al progetto.

LA NOSTRA FILOSOFIA
I concerti in streaming non ci piacciono.
La proiezione di performance musicali sulle piattaforme virtuali rappresenta un surrogato dell’esperienza concertistica che non restituisce il senso e la ritualità di uno spettacolo di musica dal vivo.
A questo punto la comunità dell’Asilo, attraverso il braccio del Tavolo Infrasuoni, sente la forte necessità di ripensare lo spazio performativo in maniera collettiva, reinventando lo spazio reale in funzione del virtuale, sfruttando le potenzialità del mezzo visuale per ridare senso alle azioni sonore e trasporle su piattaforme dedicate alla loro fruizione in rete.
L’Asilo fonda la propria forza sugli attraversamenti e i legami che si creano all’interno dei suoi spazi. La sedimentazione di questi rapporti ha creato negli anni una vera e propria tessitura relazionale, umana ed emotiva che abita la natura acustica e topografica delle sue stanze.

BREVE RIFLESSIONE
Il modo di fruire la musica (e l’arte in generale) è momentaneamente cambiato costringendoci a dover ripensare i luoghi di condivisione.
Sebbene non si sa cosa ci aspetta nel prossimo futuro, le persone che decidono di fare arte non devono smettere di farlo, i processi creativi devono resistere e adattarsi alle esigenze del momento.
Questo ci è sembrato il modo migliore per farlo.
Poi, l’Asilo e il tavolo Infrasuoni si augurano di poter riprendere al più presto le loro attività dal vivo.

INFO
Per domande e chiarimenti
infrasuoni@exasilofilangieri.it
gruppo Fb Cronache del suono sospeso
Telegram gruppo FESTIVAL DEL SUONO SOSPESO ASILO

All’Asilo tutte le proiezioni, i concerti e gli spettacoli sono a libera fruizione. Tuttavia è prevista una sottoscrizione libera digitale che andrà a costituire un fondo comune utilizzabile per abbattere i costi di produzione e supportare gli artisti che prendono parte al progetto.