tre giorni dal 15 al 17 marzo | l’asilo e Domus Ars

Fearless Cities Città senza paura

La sfida municipalista

15 marzo h 19, Domus Ars – Tavola rotonda con
– Luigi de Magistris, Sindaco di Napoli
– Gerardo Pisarello, Vicesindaco di Barcellona
– Valentina Barale, Buongiorno Livorno
– Michele Conia, Sindaco di Cinquefrondi
– Riccardo Rossi, Sindaco di Brindisi
– Alessandra Pirera, Massa Critica
– Enrico Pusceddu, Sindaco di Samassi
– Gianni Minà, giornalista
Conduce: Tiziana Barillà

16 marzo h 10-18, l’Asilo – Workshops tematici
Mattina:
– Politiche della cura: ecologia e salute
– Debito, welfare e finanza pubblica
– Modelli alternativi di sviluppo urbano
Pomeriggio:
– Città accoglienti: diritti e risorse
– Beni comuni

17 marzo h 10, Domus Ars – Assemblea Plenaria
La sfida radicale delle città

Registrati – https://t.co/iiNrgq6rNnù

Fearless Cities (Città senza paura) è un network internazionale che raccoglie esperienze municipaliste di tutto il mondo. Nel primo incontro internazionale, tenutosi nel 2017 a Barcellona, centinaia di sindaci, gruppi civici, cittadini attivi ed esperienze sociali si sono incontrati per iniziare a costruire una nuova rotta per le città soffocate dall’austerità. Dopo la prima edizione, Fearless Cities ha cominciato ad attraversare l’Europa e le Americhe con l’obiettivo di coinvolgere nuove realtà ed aprire processi di confronto e di concreta costruzione di un presente altro e di un futuro possibile. Oggi, finalmente, sbarca in Italia dove grande è il bisogno di costruire un percorso nuovo, volto alla costruzione di un’alternativa concreta, fatta di buone pratiche sociali e amministrative, alle politiche imposte dalla governance neoliberale.

Email: fearlesscitiesnapoli@gmail.com
Twitter: @FearlessNapoli
Instagram: @fearlesscities_napoli

Comitato promotore:
– Massa Critica – Napoli
– Comune di Napoli
– Brindisi Bene Comune
– Officine Civiche – Ciampino
– Il sud che sogna – Cinquefrondi
– Buongiorno Livorno
– TuttaMiaLaCittà – Taranto

Segui l’evento Facebook!

***
All’Asilo i concerti, gli spettacoli, le proiezioni, gli incontri sono ad ingresso libero. È gradito un contributo a piacere che serve ad abbattere le spese minime e a dotare gli spazi dei mezzi di produzione necessari ai lavoratori dello spettacolo, dell’arte e della cultura per portare avanti la sperimentazione politica, giuridica e culturale avviata all’Asilo.