Fenomenologia della presenza | laboratorio di danza

Fenomenologia Della Presenza

Fenomenologia della presenza

laboratorio permanente di danza con Marie Thérèse Sitzia

ogni martedì e giovedì
dalle ore 10.00 alle 15.00 | l’asilo

Il giardino della voce

Laboratorio esperenziale sulla vocalità – maggio 2017

a cura di Daniela De Stasio

Fenomenologia della presenza ospiterà durante il laboratorio 3 incontri di avvicinamento alla vocalità:
martedì 9 maggio 2017
martedì 16 maggio 2017
martedì 23 maggio 2017
Temi: vibrazione- risonanza- laringe
La voce è una manifestazione umana tra le più complesse ed evolute.
Il suono vocale può essere uno strumento particolarmente prezioso, per la conquista di una relazione rinnovata con il proprio corpo e la scoperta di un’identità vocale più ricca, di quella già conosciuta.
Il laboratorio si rivolge a coloro, che desiderano un contatto più profondo con il suono, la voce, la parola; che usano la voce come strumento di comunicazione o di professionalità.
Il percorso che si propone, basato sul Metodo Vocale del Lichtenberger® Institut, è un itinerario volto all’acquisizione di una conoscenza di sé, della propria corporeità attraverso la scoperta del proprio suono. Questa pedagogia vocale integra e connette il suono con l’orecchio, la laringe, il tratto vocale, la respirazione, il corpo, gli organi sensoriali, il cervello; la psiche e l’espressione musicale. Tale impostazione permette un coinvolgimento globale che avvicina alla vocalità in modo profondo e giocoso allo stesso tempo.
L’incontro volgerà verso momenti ludici e di creazione nel gruppo di spazi di condivisione, attraverso attività creative ed espressive provenienti anche dal mondo del teatro.
Daniela De Stasio
Attrice e pedagoga teatrale, ha conseguito la laurea in storia del Teatro moderno e contemporaneo presso l’Università “Federico II” di Napoli. Ha acquisito il diploma di specializzazione in Pedagogia e Didattica del Teatro presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma.
Si è formata e abilitata all’insegnamento sul metodo Funzionale della Voce presso l’Istituto di Fisiologia Vocale Applicata di Lichtenberg® fondato da G. Rohmert.
Costante l’interesse nello studio sul movimento e la voce, svolge attività di ricerca teatrale in ambito laboratoriale, collabora ad iniziative teatrali in Italia e in Francia.

come partecipare
Per partecipare al laboratorio, inviare una mail con oggetto FENOMENOLOGIA DELLA PRESENZA a laboratori@exasilofilangieri.it, indicando nome, cognome, recapito telefonico e mail.
Ai partecipanti è richiesta una quota di complicità che serve a coprire le spese artistiche, a sostenere il progetto e a dotare lo spazio dei mezzi di produzione necessari ai lavoratori dello spettacolo, dell’arte e della cultura per portare avanti l’autogoverno dell’Asilo. Il contributo non è vincolante ai fini della partecipazione.

Fenomenologia della presenza

Il lavoro indaga il corpo come entità primaria, materia primigenia che si lascia guardare in un accadimento. Lo studio parte dalla consapevolezza del corpo come involucro-vivente, un microcosmo del macrocosmo, che si avvicenda nello spazio e nel tempo modificandoli. Un’attitudine all’attesa e alla crisi per lasciare manifestare un corpo naturale spogliato del proprio abito. Un corpo esposto che con tutta la sua passione e la sua disperazione si fa fenomeno, agnello sacrificale.
Assunto il dato fenomenico della presenza. L’indagine giornaliera aprirà domande sul tempo e sullo spazio. Si osserveranno i dati per tipologie e topologie. Si analizzerà il corpo nel fare a sè tempo.
Faremo esperienza della luce, delle linee, dei volumi, dei millimetri, delle assenze, dello sguardo, della musica e delle distanze.

La prima parte del lavoro giornaliero si concentra sulla costruzione del corpo: forza, flessibilità, equilibrio.
La seconda parte, sulla danza.
Il laboratorio è rivolto a tutti coloro (neofiti o artisti, senza limite di età) vogliano indagare la presenza nell’atto performativo.
Fenomenologia della presenza è un assiduo percorso pedagogico che trova la sua pratica all’Asilo. L’ispirazione e la messa in opera di idee, soffi, esperimenti è stata favorita e nutrita dagli incontri, dai tavoli, dai luoghi e dai mezzi di produzione dell’Asilo.

COME PARTECIPARE
Per partecipare al laboratorio, inviare una mail con oggetto FENOMENOLOGIA DELLA PRESENZA a laboratori@exasilofilangieri.it, indicando nome, cognome, recapito telefonico e mail.
Il laboratorio avrà inizio martedì 1 novembre 2016.
E’ possibile seguire anche uno solo dei due giorni settimanali di laboratorio.
Ai partecipanti è richiesta una quota di complicità che serve a coprire le spese artistiche, a sostenere il progetto e a dotare lo spazio dei mezzi di produzione necessari ai lavoratori dello spettacolo, dell’arte e della cultura per portare avanti l’autogoverno dell’Asilo. Il contributo non è vincolante ai fini della partecipazione.

SEGUI L’EVENTO SU FACEBOOK

Marie-Thérèse Sitzia
Studia danza contemporanea coi maestri: Maddalena Scardi, Rebecca Murgi, Paola Rampone, Anna Paola Bacalov, Francesco Scavetta,Wim Vandekeybus, Jean Saportes, Jean Cébron e Paco Decina. Studia danza butoh coi maestri: Daisuke Yoshimoto, Tadashi Endo, Yumiko Yoshioka, Ko Morobushi, Hisako Horikawa, Toru Iwashita, Katerina Batkasaki, Yuko Kaseki, Hisako Horikawa, Akira Kasai, Masaki Iwana, Yoko Muronoi e Silvia Rampelli. E’ membro fondatore della compagnia di danza butoh Lios (Roma) con la quale organizza il festival internazionale “Trasform’Azioni” presso il Teatro Furio Camillo di Roma. Lavora come solista in Italia e all’ estero (Napoli, Roma, Milano, Urbino, Jesi, Firenze, Ravenna, New York city, Paris, Réveillon, Barcellona, Madrid). Ha lavorato coi registi : Paolo Brunatto, Andrea De Rosa, Gianluca Riggi, Maddalena Scardi, Anna Redi, Marcello Sambati, Antonio Calone, Silvia Rampelli, Masaki Iwana e Akira Kasai.
Dal 1995 al 1997 insegna espressione corporea e cura le coreografie degli spettacoli teatrali della scuola teatrale Bardefè diretta da Umberto Serra , Napoli.
Encomio di Elena regia di Andrea De Rosa.1996
Pilota per la RAI regia di Paolo Brunatto. 1996
Dal 1998 al 2012 lavora e insegna a Roma presso il teatro Furio Camillo con la compagnia di danza butoh Lios.
Attestato di diploma in coreografia della Regione Lazio 1999.
Dal 2005 collabora con la regista Anna Redi, svolgendo per lei anche attività didattica.
Lo importante es no caer 2005 regia Anna Redi.
Finalista Premio Scenario 2007 Satyricon regia di Antonio Calone.
Nikutai. Ideazione e danza : Marie-Thérèse Sitzia. Speculum Celestiale, Vigna di San Martino Napoli 2007.
Genealogia di un pesce ideazione e danza Marie-Thérèse Sitzia 2008/09 vince Tracce-EXPLO Giov ane Danza’Autore Italiana Rete Anticorpi.
Grado 0. Capitolo I. Consumo ideazione e danza: Marie-Thérèse Sitzia con la partecipazione di: Mattia Doto e Chiara Orefice 2009.
Nuha o delle vite di scarto regia di Anna Redi 2010.
Grado 0. Capitolo II. Avidità. Ideazione e danza: Marie-Thérèse Sitzia 2010.
Progetto Heliogabalo coreografia Akira Kasai 2009/2011.
Dal 2009 al 2011 collabora col coreografo e regista Akira Kasai.
Camerino 3. Ideazione: Lorenzo Gleijeses. Danza: Marie-Thérèse Sitzia 2010. All’interno di Mad Quirino Revolution.
Flesh ideazione e danza: Marie-Thérèse Sitzia, suoni e video: Celesta Bufano 2011.
Hekate ideazione e danza: Marie-Thérèse Sitzia 2011.
Zoge (Avorio) ideazione e danza: Marie-Thérèse Sitzia 2012/2013.
Grado 0. Capitolo III. Fuochi Fatui. Ideazione: Marie-Thérèse Sitzia. Danzano: Alessandra Cozzolino, Cristiana Liguori, Ambra Marcozzi, Simona Perrella, Claudia Sacco e Marie-Thérèse Sitzia. 2014 produzione L’asilo GrandeVento.
Thirst. ideazione : Marie-Thérèse Sitzia. Danzano: Ambra Marcozzi, Claudia Sacco, Rosaria Clelia Niola, Simona Perrella , Agnese Viviana Perrella, Erica Servillo, Paola Maria Cacace e Marie Thérèse Sitzia. 2015 produzione L’asilo.
Drown Out chapter 1st “Generatio aequivoca” ideazione di Marie Thérèse Sitzia. Danzano: Federica Gattei, Laura Villani, Arianna Floria, Rosaria Clelia Niola e Paola Maria Cacace. 2015 produzione L’asilo.
Drown Out chapter 2nd ” Probatio Carnis” ideazione di Marie Thérèse Sitzia. Danzano: Sabrina Merolla, Federica Gattei, Paola Maria Cacace e Laura Villani. Costumi di Daniela Salernitano. 2015 produzione L’asilo.
“Semantema” ideazione di Marie Thérèse Sitzia. Danzano: Federica Vitolo, Léa Maltète, Francesca Fiorillo, Sabrina Merolla, Laura Villani e Marie Thérèse Sitzia. 2015 produzione L’asilo.
“Ali su piccole ossicine” ideazione di Marie Thérèse Sitzia. Danzano: Claudia Sacco, Laura Villani, Francesca Fiorillo, Sabrina Merolla. Attuanti: Fabrizio Elvetico, Guido Picardi, Mattia Di Mauro, luciano Di rosa, Stefania Accardi e Marie Thérèse Sitzia. 2015 produzione L’asilo GrandeVento.
“Ermetica” di e con Marie Thérèse Sitzia. 2016 produzione L’asilo.
Drown Out chapter 3rd “Regere” ideazione di Mareie Thérèse Sitzia con la collaborazione di Chiara Orefice. Danzano: Adriano Cozzolino, Léa Maltète, Federica Vitolo, Francesca Sarnataro, Laura Villani,Lidia Arias, Sabrina Merolla e Rosita Taurone. 2016 produzione L’asilo.

\\\ All’Asilo i concerti, gli spettacoli, le proiezioni, gli incontri sono ad ingresso libero. È gradito un contributo a piacere che serve ad abbattere le spese minime e a dotare gli spazi dei mezzi di produzione necessari ai lavoratori dello spettacolo, dell’arte e della cultura per portare avanti la sperimentazione politica, giuridica e culturale avviata all’Asilo.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.