Geografie del suono #42 // Nev Lilit & Korda // Max Fuschetto e Valerio Mola

GDS 42 600 300

venerdì 10 Novembre 2017 ore 22:00 – l’Asilo

Geografie del suono #42

Nev Lilit & Korda (Svezia)

incontrano

Max Fuschetto e Valerio Mola (Italia)

Sarà l’elettronica oscura di matrice svedese a marcare il 42esimo appuntamento di Geografie del suono!

Siri Jennefelt aka Nev Lilit – sintetizzatori
Niclas Lindgren aka Korda – laptop
+
Max Fuschetto – oboe, sax soprano, elettronica
Valerio Mola – contrabbasso

Nev Lilit, pseudonimo di Siri Jennefelt, è una poliedrica artista di base a Stoccolma. Ha sviluppato una sonorità buia e nervosa, con grandi tappeti drone spezzati da ritmiche sincopate, momenti di dance music e inserti di radice elettroacustica.
Diplomata in Sound Design all’Accademia di arte drammatica, parte della sua ricerca è indissolubilmente legata alla danza e alle performance collettive, nelle quali ha sempre aggiunto un personalissimo tocco “sonico”.
Il suo primo lavoro da solista è stato pubblicato quest’anno dalla neonata etichetta svedese Moloton Tapes. Ascolta un estratto su Soundcloud.

Korda (in svedese accordo) è il moniker di Niclas Lindgren, compositore e sound artist di Stoccolma.
La sua musica è un mix di minimalismo nord europeo, ambient e drone.
Un assaggio della sua produzione si può ascoltare qui.

I due risiederanno a Napoli per una residenza durante questa settimana per preparare un live set potente e di sicuro impatto in vista della serata a l’Asilo, durante la quale improvviseranno con i due musicisti napoletani, come da consuetudine per Geografie del suono.

Il progetto dei due artisti è sostenuto dalla Konstnärsnämnden (Commissione svedese per il sostegno alle arti)

Max Fuschetto è musicista e compositore. Ha realizzato alcuni dischi come “Frontiere” (2005) in cui riscrive, col pianista compositore Girolamo De Simone, musiche di Sakamoto, Brian Eno, Michael Nyman e una composizione originale (Shadows & Papillons) . Il 2010 è l’anno di “Popular Games“, un disco di composizioni originali che ha riscosso successo di pubblico e di critica e che è stato trasmesso, nel maggio del 2013, dalla Deutschlandfunk Radio Berlin insieme ad una lunga intervista.
Lavora come compositore ed esperto di elettronica per il gruppo “Percussioni Ketoniche” per le quali ha scritto Nuragas un brano per campanacci. Quest’anno, oltre alle esecuzioni all’ Auditorium Parco della Musica di Roma, il brano è stato realizzato nella sua versione con live electronics al Festival di Ravello, il Forum Universale delle Culture, la Perdonaza de L’Aquila e di nuovo a Napoli con i Tenores di Bitti.
Il 2015 rilascia l’album Sùn Nà pubblicato da Hanagoori Music (distribuzione Audioglobe) che, come il precedente, è ancora graziato dai consensi di pubblico e critica. Sùn Nà è stato presentato su tutto il territorio nazionale in un live tour protrattosi lungo tutto il 2015.
Ha collaborato inoltre con Enzo Avitabile in “Lotto Infinito “, col compositore americano Robert Carl, con lo scrittore napoletano Maurizio Di Giovanni, con il chitarrista della storica band progressive degli Osanna, Pasquale Capobianco, ed il San Carlo di Napoli.

Valerio Mola nasce a Napoli nel 1981, si innamora presto del contrabbasso, strumento che gli permette di incontrare i più differenti stili musicali, dalla barocca al jazz, attraversando quattro secoli di storia musicale. Si è diplomato con entusiasmo al conservatorio “Nicola Sala” di Benevento sotto la guida del Maestro Rino Zurzolo. Unisce all’ attività live il continuo approfondimento delle tecniche strumentali.

segui l’evento su Facebook!

/// All’Asilo i concerti, gli spettacoli, le proiezioni, gli incontri sono ad ingresso libero. È gradito un contributo a piacere che serve ad abbattere le spese minime e a dotare gli spazi dei mezzi di produzione necessari ai lavoratori dello spettacolo, dell’arte e della cultura per portare avanti la sperimentazione politica, giuridica e culturale avviata all’Asilo.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.