Geografie del suono #48 // Marco Malasomma & Tacet Tacet Tacet // visuals by BinaryCodedBrain

GDS 48 600 300

venerdì 9 Marzo 2018 ore 22:00 – l’Asilo

Geografie del suono #48

Marco Malasomma (Bari)
incontra
Tacet Tacet Tacet (Jesi)

Per il 48° appuntamento di Geografie del suono siamo riusciti ad organizzare l’incontro tra due astri nascenti della scena underground e di ricerca sonora italiana.
Principio fondante di Geografie del suono è l’incontro tra musicisti distanti per scambiare e mescolare mondi sonori, favorendo così la creazione di un contatto che possa andare oltre le logiche abitudinarie dell’istante – concerto, per creare insieme un momento assolutamente imprevedibile e irripetibile.
Insomma, ci aspetta una serata a dir poco entusiasmante!

Marco Malasomma è compositore, percussionista e musicista elettroacustico, focalizza la sua ricerca sulla costruzione di complesse e profonde architetture sonore create attraverso l’uso e la rielaborazione di field recordings, suoni concreti e strumenti elaborati in tempo reale.
Nel 2012 fonda WHITE NOISE GENERATOR, gruppo di ricerca ed etichetta discografica, impegnato nella diffusione di nuovi linguaggi artistici. Ha collaborato con alcuni tra i più interessanti nomi della musica improvvisata, elettroacustica e noise.
Con White Noise Generator si occupato dell’organizzazione e della direzione artistica delle rassegne EXPERIMENT #0, 1, 2, del festival ELETTROCIVICA e del meeting internazionale di ricerca sonora CLOCKSTOP.
Ha inoltre curato l’area dedicata ai nuovi linguaggi del TIMEKODE Festival.
La sua ricerca sonora trova terreno fertile nell’interazione con altre forme artistiche, permettendogli di lavorare come sound designer per cinema, televisione, teatro, danza e performance multimediali. Ha partecipato sia come solista che in ensemble ad alcuni dei più importanti festival europei di ricerca tra cui MIA (Portogallo), Sons libérés (Belgio), e in Italia a Flussi, Time Zones, Milano Film Festival.
Nel 2014 presenta il suo progetto solista ERGO in occasione dell’opening per il musicista australiano Ben Frost. Due anni dopo con lo stesso moniker presenta il disco Misophonie, seguito da un tour Italiano concluso nell’ottobre del 2016. Il 1° novembre si esibisce per la prima volta in solo come MARCO MALASOMMA abbandonando il nome ERGO, in occasione dell’unica data Italiana della band statunitense Matmos con il progetto Perfect Lives, dedicato al compositore statunitense Robert Ashley.
La musica elettronica di Marco Malasomma incontrerà in questa serata l’arte visuale generativa di BinaryCodedBrain in JURA,performance audio/video dedicata all’isola silenziosa e lontana dalla società dove Orwell concluse la scrittura di ‘1984’.

Tacet Tacet Tacet è il moniker di Francesco Zedde.
Nato a Jesi (An) nel 1993, tra il 2012 e il 2017 ha ottenuto il diploma di primo livello in musica elettronica e un attestato di qualifica professionale come compositore di colonne sonore presso il Conservatorio Rossini di Pesaro, diploma di secondo livello in sound design presso il Conservatorio Martini di Bologna. Attivo a partire dal 2007 come batterista e musicista elettronico, principalmente in ambito post punk, noise, ambient e sperimentale; l’attività concertistica si è svolta fino ad oggi in Italia, Spagna, Francia, Germania, Polonia, Grecia, Slovenia, Belgio, Olanda, Svizzera, Austria, Danimarca e Norvegia. Ha pubblicato 13 album e 2 split con varie formazioni di vario genere tra cui Butcher Mind Collapse, A.N.O., Kree Mah Stre, Virgin Iris, Tentacle Rape; negli ultimi 5 anni ha suonato più di 350 concerti, 150 dei quali solisti. Tra il 2015 e 2017 partecipa e collabora all’organizzazione di MultiDOM! e MultiDOM!! 2 (roaming festival for hard-listening non music). Fondatore e organizzatore della serie di festival di improvvisazione libera “Discomfort Dispatch” (2017). Attualmente suona solo o rappresentante di due progetti solisti differenti e separati, Tacet Tacet Tacet (Live electronics, ambient, audiovisual) e Tonto (Punk rock one man band suonato con batteria acustica processata digitalmente e voce). Attivo anche nei progetti Diarrheal Blast (duo harsh noise con Paolo Gaibà Riva), Dream Lense (duo ambient sperimentale con Nicola Tirabasso), So Beast (trio post punk sperimentale), Barren Land (duo dungeon synth con Luigi Monteanni), Ritual Of Naught (duo noise sperimentale con Sara Persico), 52-Hearts Tonto (duo harsh noise con Jacopo Mittino), Alaskan Pipelines (quartetto postcore).

BinaryCodedBrain è un artista visivo che utilizza il suo amore per la geometria, codice di programmazione e la musica in un unico atto, un prolungamento di se stesso eseguito in tempo reale attraverso una perfetta sincronia tra i movimenti di computer grafica e musica d’atmosfera.

Segui l’evento su Facebook!

/// All’Asilo i concerti, gli spettacoli, le proiezioni, gli incontri sono ad ingresso libero. È gradito un contributo a piacere che serve ad abbattere le spese minime e a dotare gli spazi dei mezzi di produzione necessari ai lavoratori dello spettacolo, dell’arte e della cultura per portare avanti la sperimentazione politica, giuridica e culturale avviata all’Asilo.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.